Salve Giocatore,

hai sentito parlare del progetto A.L.A. – Terre di Confine – Talmidian e vuoi scoprire di cosa si tratta? Sei un veterano del gioco di ruolo dal vivo ma regolamento e ambientazione non hanno risposto alle tue domande?

Questa guida nasce per te, per raccontare la Campagna A.L.A.-Terre di Confine – Talmidian e per fornire alcune risposte che potresti non aver trovato nei manuali di gioco. Non temere, saremo brevi:

Cos’è Terre di Confine – Talmidian?

Terre di Confine – Talmidian è una campagna di gioco di ruolo dal vivo in stile dark fantasy, basata sul mistero, sugli intrighi e sulla scoperta di un’isola vastissima dalla quale è impossibile fuggire. Ogni evento aggiungerà particolari sul “mondo celato”, integrando ciò che non è volutamente ben delineato nel manuale d’ambientazione.

Cosa posso aspettarmi dagli eventi?

Le avventure che vivrai potranno ruotare intorno agli intrighi politici, alla scoperta di luoghi sconosciuti o dimenticati, alla sopravvivenza, alla ricerca di vantaggi per sviluppare una propria carriera, alla raccolta di storie ed informazioni sul mondo di gioco, al vivere esperienze terrificanti care al genere horror/gotico… insomma, tutto ciò che può accaderti vivendo a Talmidian, l’isola “velata” ovvero nascosta all’estremo est del mondo conosciuto. Questo perché gli eventi di gioco si dipaneranno in una terra misteriosa e tutta da scoprire. Un luogo meraviglioso ed inaspettato, quanto sinistro ed insidioso, così come spiegato nel manuale d’ Ambientazione.

Esistono situazioni di gioco delle quali devo tener conto?

Solo una: la possibilità di mascherare la propria identità.
Nella Campagna di gioco Terre di Confine – Talmidian è possibile rendersi irriconoscibili indossando una maschera fisica atta a celare almeno il 50% del proprio volto e indossando almeno un capo di abbigliamento, diverso da quello normalmente utilizzato dal proprio personaggio, che copra interamente il busto (es. Una casacca, un mantello). Personaggi così camuffati vanno considerati come del tutto irriconoscibili. Tale condizione permane fino al momento in cui la maschera portata sul viso non viene rimossa.

Nota: chiunque voglia mascherarsi in gioco per celare la propria identità, dovrà far preventivamente visionare il travestimento che intende utilizzare ad un membro dello staff preposto durante la fase di registrazione all’evento. In assenza di autorizzazione da parte dello staff, non sarà assolutamente possibile utilizzare tale travestimento per quel determinato evento. Pena l’ammonizione e susseguenti ripercussioni in gioco.

Perchè il mio Personaggio dovrebbe partecipare agli eventi?

Le motivazioni che spingono il tuo Personaggio a partecipare ad un determinato evento di gioco sono strettamente personali, questo perché ogni background è caratterizzato da differenti scelte e ambizioni. Tuttavia tutti i background dovranno necessariamente specificare come il personaggio in questione sia finito su Talmidian. Se hai dei dubbi leggi nel dettaglio il paragrafo “Il viaggio” che troverai a pagina 10 del manuale d’Ambientazione. Inoltre nel prologo all’evento saranno dati alcuni spunti per inserire nuovi personaggi nel filone narrativo. Fondamenta è specificare che i nuovi arrivati sono stati “deportati” da Talinor, così come tutti gli altri personaggi partecipanti all’evento. Per il resto massima libertà.

Cos’è il background?

Il background è la storia che il tuo Personaggio ha vissuto dalla sua nascita fino al suo primo evento, coerentemente al quale agisce e sul quale basa gran parte delle proprie scelte. Questo file deve essere inviato all’indirizzo talmidian@ala.social inserendo il tag “[BG]” nell’oggetto della mail.

Posso scrivere quello che voglio, nel background?

Quasi… per poter vivere a pieno l’ambientazione esistono solo due vincoli:

  1. Nessun personaggio può essere nativo del continente dove si svolge la Campagna di Gioco ma tutti i Personaggi vi sono approdati da pochi giorni, dopo una traversata tremenda e dalla durata indefinita. Tutti i Personaggi, infatti, affrontano questa traversata in uno stato di reclusione.
  2. Tutti i Personaggi sono dei sopravvissuti ad una deportazione di massa ad opera della Policrazia di Korgan. Le motivazioni per la quale il personaggio sia finito nella Policrazia e poi sia stato catturato e deportato possono essere le più disparate: fuggire dall’oppressione e dalla guerra, trovare un parente o un amico, trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato, ritrovarsi nella triste situazione di uno scambio di persona, oppure essere arrestato dopo aver commesso atroci crimini od esserne stato accusato ingiustamente, ecc.

Nota: È caldamente consigliato inviare il proprio background per partecipare agli eventi di questa campagna di gioco. In quanto esso è fondamentale per inserire al meglio il personaggio nella struttura narrativa che si verrà definendo nei vari eventi. Chiunque non invii il proprio background potrebbe subire delle ripercussioni narrative legate alla situazione che si verrà a delineare durante la Campagna.

In gioco, invece, esistono vincoli di qualche tipo?

Per rispondere a questa domanda è necessario leggere i manuali di regolamento e ambientazione ma, in linea di massima, nel rispetto della sicurezza tua e degli altri Giocatori, puoi fare tutto ciò che sei in grado di fare nella vita reale.

L’unico vincolo è che non si può tornare indietro: Talmidian, per quanto stupenda e misteriosa, è un’isola-prigione e pertanto senza alcuna possibilità di ritorno.

Adesso, “Esiliato”, spolvera la salsedine dal tuo corpo ed aguzza l’ingegno: Talmidian ti attende!

 

PS,nel caso te li sia persi, eccoti i link per i manuali
Manuale del Regolamento
Manuale dell’Ambientazione