Oltrevalle

Tipologia: Città Libera

Governo: Senato di Oltrevalle (provvisorio)

Estensione: Modesta

Luoghi di Interesse: 

  • Le mura: Le mura di Oltrevalle sono state costruite in pietra a partire dagli inizi del 318, hanno due accessi distinti uno per i carri l’altro per i viandanti appiedati. Entrambi gli accessi sono presidiati da guardie armate. L’apertura del portone per i carri è regolata dall’alba al tramonto, mentre quella pedonale è dall’alba fino a tarda ora.
  • Piazza del Senato: il Senato per venire incontro alla popolazione, e non sottrarre edifici importanti agli abitanti ha deciso di riunirsi in quello che inizialmente era uno spoglio spiazzo, adesso è la piazza principale di Oltrevalle. Durante le riunioni senatoriali, vengono portati tavoli e sedie montati sotto dei velari, qui la popolazione può assistere alle assemblee da dietro delle transenne piantonate per motivi di sicurezza. C’è poi una struttura usata come ufficio per la burocrazia. 
  • Chiesa: Oltrevalle essendo ora l’ultima città civilizzata prima delle terre selvagge, ha necessità di un luogo di culto. Una piccola cappella nella zona antistante quella del mercato ospita nicchie dedicate ad ognuna delle divinità.
  • Ospedale: la struttura in muratura è molto spartana e poco ampia, poiché è composta da soli due ambienti che possono contenere un massimo di 5 pazienti l’una. Nel giardino sul retro, tuttavia, sono state allestite delle tende da campo, in grado di supplire alla mancanza di spazi idonei in casi di emergenza.
  • Sede della D.A.G.A.: Questo edificio è il più imponente della città, ha delle mura in pietra spessa e un grosso portone che da su un cortile, i suoi interni non sono visitabili fatta eccezione per la stanza di accoglienza che si trova entrando sulla sinistra. Questa è accessibile solo se la motivazione data ai piantoni all’ingresso è consona all’attesa. La stanza è piccola, ha dei divanetti in vimini e tre porte all’interno. Un’altra delle stanze conosciute è la sala riunioni accessibile solo su invito. All’ingresso ci sono sempre due cadetti che fanno da piantoni.
  • Ufficio informazioni dei Collegi: Appena lo sguardo si poggia su questa casa in legno, si evince che sicuramente sarà, come molte cose ad Oltrevalle, provvisorio. Un piccolo edificio  con l’insegna che porta gli stemmi dei Collegi, accanto alla porta d’ingresso, c’è la bacheca in legno con pensilina dove vengono appesi gli orari delle lezioni o altre tipologie di annunci. All’interno una scrivania ben organizzata, dietro di essa, la Signorina Janine Melnitz dispensa riluttante informazioni per smistare le classi nelle varie taverne dove si tengono le lezioni in mancanza di aule predisposte, oppure dove poter trovare i maestri in orari non di lezione. Quello che c’è dietro la scrivania, la Signorina Janine Melnitz e le due porte alle sue spalle, è a conoscenza solo dei docenti dei collegi. 
  • Mercato: un ingorgo di bancarelle nella zone appena varcate alle porte della città con odori di varia natura e merci di primissima necessità e raramente qualcosa di più ricercato.
  • Distaccamento ALA: Anche l’Associazione dei Liberi Avventurieri ha deciso di prendere una baracca dove smistare informazioni a Oltrevalle, non è ben chiaro come sia fatta internamente è quasi sempre chiusa, l’unica maniera di riconoscerla è il simbolo disegnato sulla porta.
  • Sezione Nord-Ovest dei Cacciatori di Taglie: Fatta identica di quella principale di Verstad, è facilmente riconoscibile dalla bacheca chiusa dove solo i burocrati dei cacciatori di taglie possono apporre o eliminare le taglie. 
  • Distaccamento Alwyneer: questa famiglia mercantile che già cominciò ad investire sulla Valle delle Ossa, in breve tempo non appena posta la prima pietra ad Oltrevalle, cominciò a costruire il suo magazzino e ufficio.
  • Taverna Sale e Peppe: è la classica taverna molto accogliente, con gran parte delle strutture in legno, un personale accomodante e Peppe, il taverniere, che è l’anima di tutto.
  • Taverna Da Zio Bruno: un po’ meno accogliente, ma comunque disponibile e affidabile.
  • Berick & Brigitte hanno una casa a due piani divisa in stanze che affittano ai viandanti.
  • L’Hotello: è un ostello gestito da un elfo oscuro di nome Otello, ha disponibilità di alloggio economico per 21 persone in tre camerate disposte su livelli diversi.
  • Casa da Gioco: “Il Mazzo Scoperto” è un locale dove si può giocare d’azzardo o intrattenersi in dolce compagnia di proprietà di Danny Oceans e Robert Charles Ryan
  • Redazione Foglio Verde: sotto la guida del direttore Gei Gionah Goblinson, si occupa della divulgazione periodica delle informazioni. Tutti coloro che vogliono possono scrivere articoli da far pubblicare sul Foglio Verde.
  • Ufficio Difesa di Frontiera: coordina i Tutori della Sicurezza Ordinaria, avventurieri volontari che hanno il compito di vigilare sulla buona condotta e il rispetto delle comuni norme civiche da parte dei cittadini al di fuori delle mura. La sua giurisdizione è limitata alle terre a nord di Oltrevalle.

Le case a Oltrevalle sono costruite in maniera rustica ed essenziale, racchiuse in gruppi creando degli isolati più o meno simmetrici.